Faccine di risotto

Primi piatti

Faccine di risotto
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 30 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso

Come si può rendere un classico risotto un piatto invitante e accattivante per i bambini? Provate con le faccine di risotto, sarà un successo assicurato! Mettete insieme un risotto allo zafferano un risotto alla barbabietola e un tocco di fantasia nella decorazione et voilà, con pochi accorgimenti realizzerete due graziose faccine.
Noi abbiamo scelto di rappresentare due degli animali preferiti dai bambini: un simpatico orsacchiotto e un grazioso micetto.
Con le faccine di risotto invoglierete a mangiare anche i bimbi più ostinati, provare per credere!

Ingredienti per 4 faccine
Carote 1/2
Cipolle bianca 1/2
Sedano 1 gambo
Parmigiano reggiano grattugiato 50 gr
Riso carnaroli 250 gr
Olio di oliva q.b.
Brodo vegetale 1,5 L
Zafferano 1 bustina
Barbabietole lessate 50 gr
per decorare
Olive nere 3
Olive verdi 3
Cheddar 3 fette
Erba cipollina qualche filo
Mozzarella 6 bocconcini

Preparazione

Per realizzare le faccine di risotto iniziate a preparare la decorazione, in modo da aver tutto pronto per servire il riso ben caldo. Tagliate a fette il cheddar e poi ricavate da ciascuna fetta dei triangolini (1) che serviranno per realizzare le orecchie e i fiocchetti (con il restante formaggio potete realizzare le altre decorazioni). Tagliate a fettine le mozzarelline ciligine (2), serviranno per formare il muso e le orecchie dell’orsetto poi prendete i bocconcini di mozzarella e tagliatele a fette spesse mezzo centimetro. Con un piccolo tagliabiscotti rotondo ricavate 8 dischetti (3) che saranno gli occhietti delle nostre faccine.

Tagliate le olive verdi a rondelle (4), dovete ottenerne 4 per le faccine dei gatti, poi ricavate altre 8 rondelle dalle olive nere che serviranno per gli occhi e le orecchie dell’orsetto. Iniziate ora la preparazione del risotto: lavate e pelate la barbabietola e poi tagliatela prima a fette e poi a pezzetti (5). Trasferite la barbabietola in un contenitore stretto e lungo, aggiungete l’olio di oliva (6),

un mestolo di brodo e frullate con il mixer ad immersione (7) fino a d ottenere un composto omogeneo (8). Passate ora al soffritto per il risotto: lavate e pelate la carota, la cipolla e il sedano poi tritate le verdure finemente, ponetele in una pentola (9) con un filo di olio e fatele appassire a fuoco medio per 10 minuti.

Quando saranno ammorbiditi aggiungete un mestolo di brodo (10) e poi unite il riso (11), mescolate con un cucchiaio e fatelo tostare un minuto poi dividete il riso in due porzioni in modo da proseguire la cottura in due pentole separate (12) per realizzare il riso alla barbabietola e quello allo zafferano.

Per il risotto alla barbabietola: proseguite la cottura aggiungendo il brodo poco alla volta(13), poi a metà cottura incorporate la purea di barbabietola (14), mescolate con un cucchiaio di legno e proseguite la cottura aggiungendo il brodo all’occorrenza finchè il risotto non sarà cotto (15).

Per il risotto allo zafferano: dopo la tostatura del riso aggiungete un mestolo di brodo, intanto a parte stemperate lo zafferano in poco brodo vegetale (16) e poi versate la miscela nel risotto (17), mescolate con un cucchiaio di legno e proseguite la cottura aggiungendo a poco a poco il brodo vegetale, ci vorranno circa 18 minuti. A cottura ultimata spegnete il fuoco e mantecate con il Parmigiano grattugiato e il burro (18).

Ora che i risotti sono pronti potete dedicarvi alla decorazione delle faccine, iniziate dal gatto: con un cucchiaio mettete un coppapasta di 10 cm di diametro su un piatto da portata e versate all'interno il risotto alla barbabietola (19); pressate bene il riso in modo che mantenga la forma. Sfilate il coppapasta (20) poi applicate i fili di erba cipollina come vibrisse, le fettine di mozzarelline ciliegine come base per gli occhi (21)

sui quali applicare le rondelle di olive verdi (22), prendete due triangolini di cheddar e posizionateli in cima alla faccina come orecchie (23) e per terminare ritagliate piccole listarelle di cheddar per comporre il naso e la bocca del gatto (24), il gattino è pronto!

Occupatevi della faccina dell’orsetto: trasferite il risotto allo zafferano dentro un coppapasta da 10 cm avendo cura di posizionare sempre sotto il piatto da portata. Compattate bene il riso con il dorso di un cucchiaio (25), sfilate lo stampo e iniziate la guarnizione ponendo al centro una fetta di mozzarella (26) per il musino e nella parte alta due fettine di ciliegine e due rondelle di olive nere per gli occhi (27),

ultimate il musino dell’orsetto con delle listarelle di olive; poi ponete altri due dischi di ciliegine sopra la faccina come orecchie (28) e sopra ciascuna applicate mezza rondella di olive nere (29). Per distinguere gli orsetti potete applicare due pezzetti di olive nere come papillon o dei triangolini di cheddar come fossero fiocchetti in testa. Le faccine di risotto sono pronte per essere portate in tavola (30)!

Conservazione

Si consiglia di consumare le faccine risotto appena pronte, se dovessero avanzare conservatele in frigorifero per un paio di giorni al massimo. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio Vi sono piaciute le faccine del gattino e dell’orsetto? Divertite a creare faccine diverse, magari un ranocchio realizzato con un risottino con gli spinaci o una pecorella realizzata con un risotto bianco, date sfogo alla vostra creatività!

    Altre ricette golose