Polpettone coccodrillo

Secondi piatti

Polpettone coccodrillo
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 60 min
  • Cottura: 75 min
  • Dosi per: 8 persone
  • Costo: basso

Anche il classico polpettone può prendere sembianze diverse con un po' di fantasia! Il polpettone coccodrillo ha proprio la forma del più grande rettile vivente: realizzarlo è semplice, basterà ritagliare  la pasta brisé per creare il corpo, la testa e la coda! All'interno del guscio di pasta, un morbido polpettone a base di filetti di merluzzo freschi, verdure e mollica di pane che aiuterà ad assorbire i liquidi e a tenere insieme l'impasto. Seguite passo passo la ricetta per scoprire come realizzare la "corazza" del polpettone coccodrillo e divertitevi a dargli forma con i vostri bambini!

Ingredienti per la brisé
Farina tipo 00 400 gr
Burro freddo di frigo 100 gr
Acqua fredda ghiacciata 140 ml
Per il polpettone
Merluzzo 500 g
Patate 250 g
Carote 100 g
Pisellini 100 g
Pane mollica 80 gr
Sale 1 pizzico
Timo 2 rametti
Olio di oliva extravergine q.b.
Noce moscata q.b.
Parmigiano reggiano grattugiato 50 gr
Per spennellare
Uova 1

Preparazione

Per preparare il polpettone coccodrillo iniziate dalla pasta brisé: ponete nel mixer la farina setacciata e il burro freddo di frigo a pezzetti (potete anche aggiungere un pizzico di sale se preferite) (1). Realizzate la sabbiatura azionando le lame (2), poi trasferite il composto su un piano di lavoro e create la classica forma a fontana: al centro versate poco a poco l'acqua ghiacciata (3), mescolando con i rebbi di una forchetta per raccogliere poco alla volta la farina.

Quando il composto sarà più compatto, lavoratelo brevemente con le mani (4) per non scaldare la brisé eccessivamente, fino a ottenere un impasto liscio. Appiattitelo e avvolgetelo nella pellicola trasparente (5); lasciatelo riposare in frigorifero fino al completo rassodamento (40-60 minuti). Intanto in un tegame capiente fate bollire le patate (potete dimezzare i tempi cuocendole con la pentola a pressione) (6).

Pelate e spuntate le carote, tagliatele a fette per il senso della lunghezza e poi riducetele a dadini (7-8). In una padella, versate un filo d'olio e versate i dadini di carote (9)

poi unite anche i piselli e qualche fogliolina di timo (10); salate a piacere e fate cuocere fino a quando le verdure si saranno ammorbidite (per favorire la cottura potete aggiungere un mestolo di acqua di cottura delle patate). Mentre le verdure cuociono, tagliate i filetti di merluzzo (privati delle lische) a piccoli cubetti (11). Prendete la pagnotta, tagliatela a metà e togliete la crosta (12). Poi riducete la mollica a cubetti grossolanamente e tritatela finemente al mixer.

Una volta che le patate saranno cotte, scolatele, dividetele in pezzi e schiacciatele ancora calde con lo schiacciapatate (13) raccogliendo la polpa in una ciotolina. In un'altra ciotola ampia raccogliete la polpa di merluzzo, piselli e carote cotti in padella e le patate schiacciate (14). Unite anche qualche altra fogliolina di timo e il formaggio grattugiato (15),

infine la mollica di pane tritata e impastate il tutto a mano (16). Per terminare spolverizzate con la noce moscata (17); l'impasto dovrà risultare asciutto e piuttosto compatto (altrimenti aggiungete altro pane  o pangrattato). Ora che il ripieno è pronto, riprendete la pasta brisè oramai ben compatta: stendetela con il mattarello su un piano di lavoro leggermente infarinato in un rettangolo 50x30 cm circa, sottile 2-3 mm  (18).

Adagiate il polpettone al centro del rettangolo di brisé, dandogli una forma allungata (19); con un taglia pasta dentellato ricavate delle strisce in corrispondenza del polpettone (5 o 6 andranno bene), da un lato e dall'altro (20). Intrecciatele sul polpettone creando una gabbia (21).

Ora realizzate il muso: ripiegate a triangolo la pasta ad una delle due estremità (22), tagliate via qualla in eccesso (23) e appiattite l'impasto fino ad arrivare al ripieno (24).

Create la coda con l'altra estremità: sovrapponete un lembo di pasta sull'altro (25), quindi con il tagliapasta dentellato praticate un taglio a mezzaluna (26) (in questo modo la coda risulterà come piegata lateralmente). Spennellate il corpo del coccordillo con dell'uovo sbattuto (27).

Quindi con una parte dell'impasto in eccesso create due palline, fate una leggera pressione al centro (28) e adagiatele sul muso (29): saranno gli occhi del coccodrillo. Poi con la punta delle forbici, praticate dei taglietti su tutta la superficie per ricreare la corazza tipica del coccodrillo (facendo attenzione a non bucare l'impasto) (30).

Con la pasta brisé avanzata, realizzate le zampette del coccodrillo: ricavate 4 quadratini e poi sagomateli prima creando un trapezio, poi tagliate via dalla pasta dei triangolini (31). Ponete il coccodrillo su una leccarda foderata con carta da forno e sistemate le zampette da un lato e dall'altro (32), spennellate sia gli occhi che le zampette con l'uovo sbattuto e cuocete il coccodrillo in forno statico preriscaldato a 180° per circa 45 minuti (se forno statico 160° per 35 minuti circa). Una volta cotto, sfornatelo (33) e lasciatelo intiepidire prima di servirlo!

Conservazione

Potete conservare il coccodrillo in frigorifero per 1-2 giorni.
Potete congelarlo se avete utilizzato ingredienti freschi non decongelati.
La pasta brisé si può congelare avvolta in pellicola trasparente per 1 mese circa e scongelare in frigorifero all'occorrenza.

Consiglio Al posto della pasta brisé potete realizzare il coccodrillo con la pasta sfoglia o l'impasto della pizza! Potete anche sostituire il merluzzo con sogliola o rana pescatrice oppure con carne macinata.

    Altre ricette golose