Velieri

Antipasti

Velieri
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 10 min
  • Dosi per: 6 persone
  • Costo: basso
  • Nota: + il riposo della frolla in frigorifero

Anche a tavola si può partire per un lungo viaggio, basta una favola e un pò di fantasia per dare vita a personaggi e storie fatte di pasta frolla! Siete pronti a stupire i vostri bambini con i velieri? Con la frolla al Parmigiano potrete realizzare le parti principali delle imbarcazioni e farle condurre da piccoli pirati! Il ripieno di questi golosi velieri è un morbido purè di patate arricchito da pezzettini di prosciutto cotto. Scoprite cosa abbiamo utilizzato per realizzare la vela principale e divertitevi ad inventare le avventure in mare aperto con i vostri bambini!

Ingredienti per la pasta frolla al parmigiano
Farina tipo 00 125 gr
Burro freddo 80 gr
Sale 1 pizzico
Parmigiano reggiano grattugiato 100 gr
Per il ripieno
Patate bianche farinose 500 gr
Latte fresco 150 ml
Burro 40 g
Noce moscata q.b.
Sale fino q.b.
Prosciutto cotto 30 gr
Per decorare
Carote mezza
Formaggio Edamer 2 fette
Semi di papavero q.b.
Uova 1 per spennellare
Burro q.b. per imburrare gli stampini
Farina tipo 00 q.b. per infarinare gli stampini
Latte 1 cucchiaio (per spennellare)

Preparazione

Per preparare i velieri iniziate dalla frolla al Parmigiano: in una ciotola versate la farina setacciata, il burro freddo di frigo e un pizzico di sale (1); unite anche il Parmigiano grattugiato (2) e mescolate velocemente con le mani (3),

giusto il tempo di compattare la pasta frolla (4). Formate un panetto e appiattitelo leggermente con un mattarello, quindi avvolgetelo con la pellicola (5) e ponetelo in frigorifero per almeno 30 minuti. Intanto preparate il purè di patate: fatele bollire  in un tegame (6) (per abbreviare i tempi potete lessare le patate in pentola a pressione).

Quando saranno cotte, pelatele e passatele al passaverdure (7); poi rimettetele nel tegame, accendente il fuoco basso, unite il burro a pezzetti, il latte (8), aromatizzate con la noce moscata (9) e mescolate il tutto fino ad ottenere una consistenza cremosa.

Sminuzzate il prosciutto cotto al coltello (10) e unitelo al purè di patate (11), quindi spegnete il fuoco e tenete al caldo. Imburrate e infarinate degli stampini ovali di 100 ml di capienza (12);

riprendete l'impasto e prelevatene metà per realizzare gli scafi: realizzate dei filoncini piuttosto sottili e disponeteli a spirale all'interno degli stampini partendo dal centro (14): in questo modo la forma risulterà più precisa e simulerà le venature delle imbarcazioni. Poi foderateli con carta da forno e adagiate dei pesetti di ceramica per la cottura alla cieca (15): ponete gli scafi in una teglia e cuoceteli in forno statico preriscaldato a 180° per 10 minuti (o in forno ventilato a 160° per 6-8 minuti).

Intanto con l'altra metà di impasto realizzate 6 sagome umane con gli appositi stampini (16); spennellateli con l'uovo sbattuto con un cucchiaio di latte (17) e con la pasta frolla in eccesso realizzate un filoncino che potete spennellare con l'emulsione di latte e uovo e rotolare nei semi di papavero: dividetelo poi in 6 parti della stessa lunghezza della testa delle sagome e adagiatelo in diagonale su di esse: saranno le bende dei pirati (18).

Dalla pasta frolla avanzata ricavate anche 6 filoncini di mezzo centimetro di spessore (saranno gli alberi per le vele dei velieri). Cuocete sia le sagome che 6 filoncini in forno statico preriscaldato a 180° per 10 minuti circa. A questo punto avete tutte le parti di pasta frolla dei velieri pronte: lo scafo (20), l'albero maestro (21) e i pirati.

Preparate la randa (la vela principale) ricavando dei triangoli dalle fette di edamer  (22) e creando due forellini con la punta di un cono di alluminio (i forellini dovranno essere della stessa ampiezza dell'albero maestro); ricavate delle fette sottili dalla carota e tagliatele in 6 triangolini a cui praticare un forellino alla base (23). Ora potete comporre i velieri: farcite gli scavi con il purè di patate e prosciutto aiutandovi con una sac-à-poche (24);

adagiate un pirata in ciascun veliero (25), poi piantate l'albero maestro, la randa e la veletta ottenuta con il triangolino di carota (26). I vostri velieri sono pronti per un pranzo degno delle avventure in mare aperto (27)!

Conservazione

Conservate i velieri in frigorifero per 1 giorno, coperti con pellicola o in un contenitore ermetico.
Potete congelare la frolla al parmigiano per 1 mese avvolta da pellicola e scongelarla all'occorrenza.

Consiglio La frolla al parmigiano è buonissima, davvero: saporita e croccante, almeno una volta dovete provarla. Se, però, non avete tempo da dedicarle, sappiate che potete utilizzare anche la pasta sfoglia o la brisée già pronte: tutt’altra cosa al palato, ma gli occhi noteranno appena la differenza! Fondamentale, invece, fare in modo che il purè sia sodo, o rischiate che l’omino e l’albero della vostra nave crollino miseramente in mare. La vela e la bandierina, poi, per le quali ho usato formaggio e carota, possono essere anche di prosciutto, o di salame, o di un altro formaggio, o di un’altra verdura…

    Altre ricette golose